fbpx
Il sito e i suoi strumenti tersi si avvalgono di cookie necesari al funzionamento illustrato nella cookie policy
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la Cookies Policy

L’ortodonzia del bambino

Quando un bambino ha 6 anni si può effettuare la prima vera e propria visita ortodontica e intervenire con tempestività ed efficacia.

Un problema classico dei bambini sono i denti in fuori, quelli che ricordano quelli di un coniglio. La sporgenza dei denti crea due tipi di problema: uno psicologico e un rischio traumatico. Da un lato un bambino può sentirsi a disagio per i suoi denti sporgenti, creando un problema di autostima che può spingerlo a non ridere e a starsene con la bocca chiusa quando sorride per non far vedere i denti e c’è poi il rischio che venga preso in giro dai suoi compagni. Dall’altro c’è il rischio che il bambino giocando cada e spezzi i denti davanti, si possono certo ricostruire ma non sarebbero i denti originali ed è un peccato pensare che i denti incisivi, che sono i più grandi e in vista, debbano essere ricostruiti per un problema risolvibile con un trattamento di qualche mese.

Ci sono anche altre ortodonzie che si possono effettuare fin da bambini, come quelle per il palato stretto e il morso crociato, problemi che possono essere riconosciuti in studio dall’ortodontista.