fbpx
Il sito e i suoi strumenti tersi si avvalgono di cookie necesari al funzionamento illustrato nella cookie policy
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la Cookies Policy

FAQ

Quanto dura un trattamento ortodontico?

Ciascuna fase di trattamento “attiva” (cioè quando il paziente ha un apparecchio applicato in bocca) può avere una durata mediamente compresa tra i 6 mesi e i 2 anni. Se sceglie il nostro trattamento Biodigitale e Suresmile applicati - nella diagnosi e nella innovativa terapia - riusciamo a ridurre i tempi di trattamento del 40% rispetto al timing dell'ortodonzia comune.

L’ortodonzia è più moda o più medicina?

L’ortodonzia è una branca della medicina che risolve problemi collegati sia alla salute orale che a quella posturale. Con le moderne conoscenze e terapie si affrontano e si risolvono problemi che alla fine vanno a migliorare notevolmente la qualità della vita del paziente. L’estetica è unita alla funzione ed alla visione integrata del lavoro specialistico per una superiore qualità di vita.

Abbiamo adottato un bimbo non europeo, ha soluzioni ortodontiche diverse?

La terapia eseguita nel nostro studio è sempre individuale e da sempre teniamo conto delle differenze genetiche per trattamenti ideali.

Qual è l’età migliore per portare il mio bambino a fare la sua prima visita ortodontica?

Una prima visita ortodontica è da suggerirsi precocemente verso i 5 anni di età. Questo anticipo ci permette di inquadrare problemi potenzialmente risolvibili prima che una errata crescita scheletrica vada a consolidarsi in problematiche più complesse, e, contemporaneamente, consente di introdurre il piccolo paziente all’interno del mondo della prevenzione dentale, senza quei traumi legati invece alle emergenze.

Mio figlio ha il frenulo linguale corto: cosa fate in questo caso?

Il frenulo linguale corto è un freno alla normale attività della lingua sia a riposo che durante la fonesi e la deglutizione. La tecnica per risolvere questa patologia, e quindi evitare l’insorgenza di complicanze tardive quali difficoltà del linguaggio, problemi ortodontici e posturali, è la frenulotomia, che consiste nella recisione del frenulo. A tal fine noi adoperiamo uno specifico laser a diodi di ultima generazione che, a differenza del bisturi normale, è microtraumatico, consente il controllo degli esiti cicatriziali con conseguente vantaggio estetico e sopratutto funzionale, e consente una immediata riabilitazione logopedica. Noi utilizziamo il Biofeedback, terapia assolutamente non invasiva che, attraverso l’utilizzo di un software elettromiografico altamente tecnologico e sofisticato, permette al paziente, tramite l’informazione data da un rieducatore e l’applicazione di appositi elettrodi sui muscoli che comanda.

Che differenza c’è tra uno studio ortodontico specialistico ed uno studio dentistico con ortodontista?

Lo studio ortodontico è uno studio ultra-specialistico in cui operano professionisti in ortodonzia a tempo pieno. Sono sempre presenti ed in grado di seguire casi complessi o fasi di terapia che richiedano controlli ravvicinati. La tecnologia di cui sono muniti è specifica per la branca ortodontica, con risposte a misura del paziente e con la possibilità di consulti fra più specialisti. Il numero di casi risolti è molto alto: questo crea un back ground (leggi esperienza) grazie al quale, casi che per altri potrebbero apparire molto complessi, qui diventano più semplici da trattare. Uno studio dentistico “normale” il più delle volte si avvale di ortodontisti consulenti – spesso molto giovani – che, prestando contemporaneamente il loro operato in più studi, alla fine vi sono presenti una sola volta al mese. La loro azione risulta per forza discontinua! Talora cambiano e non possono garantire la continuità.

I denti, finito il trattamento, possono tornare nella posizione iniziale?

L’ortodonzia non deve avere recidive. Una diagnosi precisa, una terapia adeguata ed una accurata contenzione, in una bocca dinamica, (splint, apparecchi mobili di contenzione..) individuale sono le nostre armi migliori.

Il trattamento ortodontico può determinare l’aumento del numero delle carie?

Gli apparecchi ortodontici, se fissati in maniera moderna ed adeguata, possono aumentare la protezione della bocca meccanicamente e, con il micro rilascio di ioni protettivi, possono rendere la dentatura più resistente agli attacchi batterici. L’insorgenza delle carie dipende dalla cario-recettività del paziente, quindi, sopratutto durante il trattamento ortodontico, risulta necessaria una sua continua collaborazione nel mantenere una perfetta igiene dentale, igiene che viene facilitata dal nostro monitoraggio costante durante il trattamento ortodontico attivo.

Quanto costa un trattamento ortodontico?

Sappiamo che il prezzo è un aspetto fondamentale. Purtroppo non esiste una risposta definitiva a questa domanda fino a che il paziente non si sarà sottoposto al consulto preliminare che ci permette di raccogliere una serie di dati anamnestici e di eseguire degli esami mirati (ortopantomografia, teleradiografia, registrazione con scanner intraorale e un modello dinamico digitale della bocca, foto del volto e della bocca, tracciato cefalometrico) attraverso il cui studio la nostra equipe medica formulerà un piano di trattamento personalizzato: il costo dipenderà dalla complessità del singolo caso e dal suo sviluppo; cerchiamo sempre di proporre trattamenti che trovino la migliore soluzione con il miglior prezzo! Nel caso di trattamenti in pazienti che hanno terminato il cambio dentale ( cioè bocche con tutti denti definitivi, in genere dopo i 12 anni e nell'adulto sempre) tramite Suresmile verrà creata una SIM del trattamento possibile. Questa è una simulazione della terapia, è dinamica, digitale, tridimensionale formulata sull'anatomia reale di ogni singolo paziente.

Sono adulto, posso mettere l’apparecchio anch’io?

Si può mettere l’apparecchio a qualsiasi età. Se i denti sono sani e la sostanza ossea è integra, una terapia ortodontica può avere ancora un senso anche in età avanzata! La tecnica Biodigitale da noi applicata- grazie a Suresmile - permette delle terapie in linea con le necessità e richieste del paziente adulto sia dal punto di vista estetico che della risposta biologica

L’ortodonzia invisibile è applicabile a tutti i casi?

Si, le tecniche di ortodonzia invisibile che usiamo nel nostro Studio, siano esse fisse o mobili, risolvono brillantemente la quasi totalità dei problemi ortodontici.

Quali tipi di apparecchio esistono?

Diverse sono le soluzioni terapeutiche. Molto semplicemente possiamo parlare di apparecchi mobili o fissi a seconda vengano incollati/cementati ai denti oppure applicati e rimossi dal paziente, oppure invisibili mobili o fissi a seconda siano allineatori trasparenti (Invisalign® e Suresmile aligners ) applicati e rimossi dal paziente, oppure attacchi linguali incollati ai denti (Incognito® e Suresmile linguale ). Ogni apparecchio ha caratteristiche diverse - vi sapremo aiutare a scegliere il migliore per risolvere il vostro problema

Mettere l’apparecchio fa male?

L’applicazione dei moderni apparecchi ortopedico-ortodontici non è dolorosa. Noi utilizziamo materiali (fili ortodontici…) progettati secondo studi della NASA, che, attivandosi all’interno della bocca attraverso il calore corporeo, rilasciano la minima forza necessaria allo spostamento dei denti, permettendo un movimento maggiormente biologico. Nei primi giorni successivi all’attivazione degli stessi si potrebbe accusare un leggero fastidio che andrà attenuandosi rapidamente!

Perchè il Biodigitale conviene in un trattamento ortodontico?

L'innovativo approccio biodigitale in ortodonzia -figlio della 4rta rivoluzione industriale - quella legata alla robotica ed alla Intelligenza Artificiale dà al paziente una serie di vantaggi. Primo permette di condividere l'obiettivo di cura cioè visualizzare con le SIM ( simulazioni) il risultato che vogliamo raggiungere . Permette di vedere i denti come saranno alla fine del trattamento prima di fare qualsiasi azione e di condividere il risultato che vogliamo raggiungere. Secondo permette di programmare il trattamento tenendo conto delle differenze biologiche di ognuno. E' come un vestito su misura che tiene conto di tutto.Delle quantità di gengiva ed osso che sono molto variabili da paziente a paziente per un risultato migliore e molto più stabile. Terzo permette tempi di cura accorciati fino al 40 % rispetto ad un trattamento tradizionale e questo grazie sia all' IDB il posizionamento degli attacchi indiretto guidato dal digitale e sia all'uso di rivoluzionari fili Ni-Ti-Cu che sono molto più performanti avendo molta più memoria elastica. Queste tecnologie permettono -come ho detto - tempi più brevi e minore discomfort al paziente la loro azione è molto più dolce.

Posso fare sport con un trattamento ortodontico fisso?

I trattamenti ortodontici non precludono le attività sportive. Bisogna comunque nel caso di sport "di contatto " come il rugby, il calcio e simili fare attenzione e prevenire i traumi con appositi paradenti che eventualmente consiglieremo.